dal blog

>
Adattarsi ad una montagna in veloce cambiamento. Quattro itinerari per tutti i livelli.

Adattarsi ad una montagna in veloce cambiamento. Quattro itinerari per tutti i livelli.

Le Alpi si stanno modificando a vista d’occhio, una tendenza a cui purtroppo dovremo abituarci.

Impotenti non ci resta che continuare ad ammirare e a frequentare, con rispetto e responsabilità, le nostre montagne. In altri modi, su altri itinerari, con occhi diversi e forse più consapevoli.

Accantonata per quest’estate l’idea di proporre l’alta quota glaciale in attesa di tempi migliori, proponiamo una grande classica ossolana resa accessibile dalla funivia del Monte Moro di Macugnaga.

La cresta sud est dello Joderhorn è, grazie ad uno gneiss superlativo, una lunghezza non troppa e non poca, una quota non troppo elevata ma sufficientemente alta per godersi il clima giusto senza banfare, la difficoltà media di quarto grado con un passaggio di quinto e la miglior vista sul Monte Rosa ossolano, è un insieme di esperienze tra i più consigliabili di questo momento.

Accanto a questa e sempre sulla stessa montagna, abbiamo una proposta più facile per un alpinismo di scoperta, inedito, adatto a buoni escursionisti che vogliano approcciare l’alpinismo su roccia con passaggi fino terzo grado, la cresta Nord Est dal passo di Mondelli, facile, avventurosa e con splendida vista sulle imponenti cime del vicino Vallese.

Ed infine, sempre sullo Joderhorn, 2 vie quasi sconosciute sulla parete est, 5 lunghezze d’autore una fino al sesto e l’altra fino al settimo, per buoni arrampicatori che desiderino provare un vero alpinismo senza il pensiero di grandi pareti, lunghi approcci e discese complesse.

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
error:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato sulle attività in programma e tutte le news.